La Giornata Internazionale della Guida Turistica può essere l’occasione tanto attesa

Author:Simone Bacci

21 Febbraio 2022

Quella della Guida Turistica è una delle professioni più antiche del mondo. In Europa nel Settecento veniva riconosciuta con il soprannome di Cicerone (in onore del politico, filosofo, scrittore, oratore ed avvocato romano) probabilmente per via delle guide locali (improvvisate) che accompagnavano i visitatori nei siti archeologici di Roma. Cicerone, terminologicamente, indica infatti una persona sapiente, in grado di raccontare vicende del passato, tradizioni e cultura. Guida Turistica e tema del Viaggio rappresentano due temi caratterizzati da un legame di reciprocità inscindibile. Nell’Antica Grecia la stessa funzione veniva adempita dai Sacerdoti impegnati a raccontare miti ed eventi delle località. Lo stesso succedeva nel Medioevo quando gli accompagnatori locali accompagnavano i pellegrini in visita ai luoghi di culto.

Ancora oggi la professione resiste e risulta talvolta critica, da un punto di vista strategico, nelle attività di promozione dei territori e nella trasmissione del valore dei beni culturali di cui in particolare l’Italia detiene il maggior numero di Siti riconosciuti patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Nonostante ciò negli ultimi anni la categoria delle Guide Turistiche si trova in uno stato di sofferenza forse senza precedenti. La pandemia Covid-19, l’assenza di una legislazione della professione e l’evoluzione tecnologica hanno minacciato fortemente la loro attività negli ultimi 2 anni. Stesso modo, a dimostrazione del legame inscindibile e, più in generale, è stato colpito il settore dei viaggi.

 

La recente analisi dell’osservatorio EY Future Travel Behaviours ha rilevato gli ultimi trend relativi ai viaggi di vacanza e di lavoro identificando come sono cambiati i comportamenti, le attitudini e le necessità dei viaggiatori, tenendo in considerazione il condizionamento apportato dalla pandemia rispetto alla propensione allo spostamento da parte delle persone.

“Secondo i dati dell’osservatorio EY Future Travel Behaviours due italiani su tre sono pronti a viaggiare, soprattutto per piacere, con un occhio di riguardo alla salute e all’ambiente” (Fonte: ey.com).

L’analisi rileva quello di viaggi e turismo come il settore tra quelli più in sofferenza per via della pandemia che ha talvolta negato le possibilità di spostarsi, a singhiozzi, tra stagioni calde ed invernali. Un sostegno importante sembra essere stato conferito dal Dpcm del 26 aprile 2021 che ha concesso spostamenti tra regioni gialle e, per turismo, anche tra regioni arancioni con il possesso del “green pass”.

 

Di seguito alcuni dati rilevanti derivati dal report di EY:

  • L’80% delle persone è tornato a viaggiare per vacanza nel 2021 con 10 punti percentuale in aumento rispetto al trend del precedente anno;
  • due terzi di questi viaggeranno in Italia strizzando l’occhio a relax ed esperienze culturali e gastronomiche da trascorrere preferibilmente insieme ad amici o familiari;
  • aumenta la rilevanza della sostenibilità in nome di una crescente sensibilità per le iniziative di riduzione dell’impatto ambientale dei viaggi. Il 42% degli intervistati dall’osservatorio sostiene che “in un contesto più sicuro dal punto di vista sanitario orienterà la scelta, sulla base dell’impatto ambientale del mezzo di trasporto.”;
  • il quadro dei viaggiatori è diventato particolarmente eterogeneo in linea con i mutamenti delle motivazioni che spingono i viaggiatori a spostarsi. Il report ha individuato infatti 8 profili diversi a rappresentare i viaggiatori tra Health & Environment Concerned Travelers, Hypertravelers e Potential Frequent Travelers, ovvero il gruppo più numeroso (18%) che vuole aumentare, dopo la pandemia, la quantità di viaggi sia per lavoro che per turismo.

 

Se è vero che il Dpcm del 2021 è entrato in aiuto di tutta la categoria sembrerebbe tuttavia non aver considerato a pieno un quadro a tutela delle guide turistiche e degli accompagnatori che chiedono al Ministro del Turismo Garavaglia di definire un progetto di aiuti e sostegni. Per le specificità e peculiarità di ogni luogo le guide turistiche sembrerebbero essere una categoria professionale fondamentale per accedere con maggior forza ad un mercato critico come quello del turismo culturale.

La Commissione europea si è mossa richiamando l’attenzione dell’Italia sul non ritardare la realizzazione delle riforme relative alla disciplina della professione di guida turistica.

Gli addetti ai lavori sembrerebbero proporre e chiedere di:

  • istituire un elenco nazionale delle guide turistiche;
  • riportare una regolamentazione chiara dell’esame nazionale di abilitazione professionale;
  • rendere chiara ed univoca la normativa.

 

Al ministro Massimo Garavaglia chiediamo di accogliere le nostre istanze, ben rappresentate in parlamento da rappresentanti di diverso orientamento, sulla necessità di procedere alla riforma della professione di guida turistica, per giungere a una qualificazione univoca, in ossequio alle direttive europee, con celerità. Il tempo è un elemento fondamentale per la ripresa del lavoro turistico, che non è fatto solo di imprenditori di settore ma anche di professionisti della cultura, come noi” (Simone Fiderigo Franci – Presidente di GTI).

Nel quadro sopra presentato s’inserisce, dal 25 dicembre 2021, una regolamentazione stringente per le attività dei profili professionali di guida turistica a cui si chiede di rispettare e far rispettare alcune delle norme anti-Covid che risultano essere causa scatenante, probabilmente, delle sempre più pressanti richieste d’intervento.

Intanto prendono piede alcune iniziative dal basso anche se per il momento sembrano essere uniche ed isolate, ma che nonostante ciò porteranno beneficio ad aree e territori ove presenti. Dal 9 febbraio, a Cosenza, nasce un organismo su cui potranno contare guide turistiche, ambientali ed accompagnatori della provincia per affrontare e risolvere i temi di settore. Confguide sarà l’organismo di riferimento al quale i singoli professionisti potranno unire le proprie forze traendo beneficio restituendo valore all’immagine della propria Regione. Il Presidente di Confcommercio Cosenza, Klaus Algieri, ha dichiarato che rappresentare questa figura è per la Regione Calabria un’esigenza in quanto le guide sono le principali promotrici del territorio ed augura una giusta regolamentazione della professione su scala Nazionale.

Adesso tutto il settore sembra confidare nelle rassicurazioni date dal Ministro Garaviglia che ha anticipato per giugno la sintesi delle proposte di legge esistenti per avviare l’iter volvo a delineare e tutelare la categoria delle Guide Turistiche e per rispondere all’emergenza delle attività ricettive, dei servizi turistici e dell’hospitality più in generale.

A tal proposito abbiamo chiesto un parere a Matteo Parpinel, Direttore Tecnico di Audit Service & Certification:

AS&C, da quando è stato costituito come Organismo di Certificazione, ha avuto sempre a cuore il settore turistico e della ricettività in generale. Da un confronto con le categorie e con le Istituzioni abbiamo rilevato che una delle necessità degli operatori economici è la differenziazione sul mercato. Ci veniva sempre chiesto: esiste un modo per dimostrare al Turista che la nostra struttura è di qualità? Oppure: esiste un modo per dimostrare che i nostri eventi sono sostenibili? La nostra risposta è stata si, esiste un modo. L’unico modo internazionalmente riconosciuto ed immediatamente spendibile sul mercato è attraverso l’ottenimento delle certificazioni ISO 22483 per le strutture alberghiere e per i servizi turistici e la certificazione ISO 20121 per l’organizzazione eventi. Da quando abbiamo conseguito gli accreditamenti, già molte strutture hanno deciso di intraprendere questo percorso e da subito ne hanno tratto benefici di immagine ed efficienza.”

 

 

Maggiori approfondimenti

ISO 22483 – Turismo e Servizi correlati – Hospitality

ISO 20121- Eventi Sostenibili

Related Articles

News

Corsi – Eventi

Normative

Join our Newsletter

Join Our Newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime news, nuovi eventi e corsi?

Iscriviti adesso

Privacy

10 + 9 =

Follow Us

0 commenti